Nuovo Rapporto sulla politica di sicurezza della Svizzera

Globalmente le minacce e i pericoli sono diventati ancora più complessi, interconnessi e confusi

Negli ultimi anni la situazione di minaccia della Svizzera è cambiata in parte radicalmente. Il nuovo Rapporto del Consiglio federale sulla politica di sicurezza della Svizzera analizza l’attuale contesto in materia di politica di sicurezza e illustra le minacce e i pericoli con cui è confrontata la Svizzera e come intende affrontarli.

Il Consiglio federale ha approvato il nuovo Rapporto sulla politica di sicurezza della Svizzera che stabilisce le basi della politica di sicurezza svizzera dei prossimi anni. Il Consiglio federale pubblica tali rapporti a scadenze regolari; l’ultimo risale al 2010.
Il nuovo rapporto comprende una descrizione dettagliata del contesto in materia di politica di sicurezza della Svizzera e analizza le tendenze globali nonché le minacce e i pericoli rilevanti per il nostro Paese. Il rapporto giunge alla conclusione che negli ultimi anni vi sono stati importanti cambiamenti per quanto riguarda la situazione di minaccia. Ciò vale soprattutto per il deterioramento duraturo dei rapporti tra l’Occidente e la Russia in seguito alla crisi ucraina, per l’aggravarsi della minaccia rappresentata dal terrorismo di matrice jihadista nonché per l’entità delle attività illegali e degli abusi del cyberspazio. Dal rapporto emerge che globalmente le minacce e i pericoli sono diventati ancora più complessi, interconnessi e confusi e che la combinazione o la concatenazione delle diverse minacce e pericoli rappresenta una particolare sfida per la sicurezza della Svizzera.

Analogamente all’ultimo rapporto sulla politica di sicurezza, il nuovo rapporto è stato elaborato nell’ambito di un ampio gruppo di lavoro. Oltre a tutti i dipartimenti federali e alla Cancelleria federale, anche i Cantoni hanno partecipato sin dall’inizio ai lavori. Il rapporto è stato posto in consultazione da novembre 2015 fino a marzo 2016 e in seguito, sulla base dei risultati di tale consultazione e degli sviluppi effettivi, sottoposto a modifiche e aggiornamenti puntuali. Quest’ultimi hanno interessato in particolare i temi «terrorismo di matrice jihadista» e «migrazione». Sono inoltre state precisate e sviluppate ulteriormente le parti concernenti la strategia in materia di politica di sicurezza e la necessità di adeguamento per quanto riguarda i singoli strumenti.

Sorse: DDPS

La politique de sécurité de la Suisse 2016

 

Print Friendly
This entry was posted in Non categorizzato. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *